was successfully added to your cart.

Carrello

Psoriasi sintomi: come curarla e tutto ciò che bisogna sapere

La psoriasi è una malattia cronica della pelle che può causare lesioni, dette anche placche, caratterizzate da prurito e desquamazione. Ecco quali sono i sintomi ed i fattori scatenanti.

Psoriasi, sintomi e incidenza di età e di genere

La psoriasi si manifesta con aree ispessite, ricoperte di squame di colore biancastro che sfuma in un grigio-argenteo. I sintomi più frequenti sono

  • placche
  • prurito
  • bruciore
  • eritema
  • desquamazione

Sebbene si tratti di una malattia cronica, nella vita delle persone affette da psoriasi si possono alternare periodi in cui la sintomatologia si attenua o scompare del tutto, ed altri in cui i sintomi diventano più severi.

La psoriasi è una patologia cronica recidivante. Può insorgere a qualsiasi età, anche se il picco di insorgenza si registra tra i 20 e i 40 anni, ed ha la stessa incidenza nei due sessi. E’ invece rara nei bambini.

 

Psoriasi: di cosa si tratta

La psoriasi è una malattia cronica della pelle che può causare lesioni, definite placche, caratterizzate da eritema e desquamazione. In genere, le parti del corpo più colpite sono:

  • Gomiti
  • ginocchia
  • mani
  • cuoio capelluto
  • zona lombare della schiena

Talvolta, poi, le placche possono estendersi anche in tutto il corpo. La severità della malattia e l’estensione delle placche sul corpo è diversa per ogni soggetto: per alcuni si esaurisce in un lieve prurito, per altri, invece, può compromettere la qualità della vita, provocando ansie eccessive per il proprio aspetto fisico, a volte anche fino alla depressione.

Non vi è contagio nella psoriasi: pertanto stare vicino o toccare una persona soggetta a psoriasi non comporta in alcun modo la sua trasmissione.

Psoriasi: le varianti

Esistono diverse varianti di psoriasi:

  • Psoriasi volgare: caratterizzata da chiazze ricoperte da squame di colore grigio-argentee, le cui localizzazioni più frequenti sono il cuoio capelluto e gli arti, è la forma più comune. In questa variante, le placche si presentano sollevate sulla pelle e hanno dimensioni variabili: possono estendersi per pochi centimetri, ma a volte anche in maniera più ampia, raggiungendo diverse decine di centimetri. In rari casi provocano prurito. Nel caso in cui le placche sono localizzate nel cuoio capelluto, queste possono essere di piccole dimensioni o coprire l’intero capo.
  • Psoriasi guttata: questa variante è più frequente nei bambini e nei giovani, si presenta con chiazze di piccole dimensioni che possono interessare sia gli arti che il tronco.
  • Psoriasi palmo-plantare: questa variante colpisce esclusivamente le mani e i piedi. In questo caso le placche possono essere di minima entità o molto estese e spesse, al punto da causare lacerazioni della pelle.
  • Psoriasi pustolosa: questa variabile è molto rara, ma particolarmente grave. E’ caratterizzata dalla presenza di pustole che possono estendersi all’intera superficie del corpo.

 

Psoriasi cause e Trigger[1]

La psoriasi è dovuta a un ricambio troppo veloce delle cellule della pelle.

L’organismo, infatti, produce in continuazione nuove cellule della cute negli strati più profondi della pelle. Queste cellule gradualmente si muovono verso l’alto finché non raggiungono la superficie. Nel frattempo, le cellule che in precedenza occupavano gli strati più esterni muoiono e sono eliminate attraverso un processo fisiologico di desquamazione.

In una persona sana l’intero processo avviene in tre-quatto settimane; nei soggetti con psoriasi, invece, questo ricambio avviene dai 3 ai 7 giorni. Come risultato di questo fenomeno raggiungono la superficie della pelle cellule che non sono completamente mature. Ciò causa le tipiche placche della malattia.

A cosa sia dovuta l’accelerazione di questo processo di ricambio cellulare non è noto, ma un ruolo di primo piano è certamente svolto dal sistema immunitario. In particolare, una specifica popolazione di cellule, i linfociti T. Queste cellule, infatti, creano un processo infiammatorio che altera i meccanismi di riproduzione cellulare provocando il eritema e la comparsa di chiazze.

E’ inoltre probabile che a produrre questo errore del sistema immunitario, sia una predisposizione genetica. Per questo motivo, i figli di un genitore affetto da psoriasi hanno una maggiore probabilità (ma non la certezza) di sviluppare la malattia. L’esistenza di una componente genetica predisponente è dimostrata dal dato secondo cui una persona su tre, tra quelle soggette da psoriasi, hanno un parente ugualmente affetto dalla patologia.

La ricerca ha inoltre identificato diversi trigger, cioè fattori scatenanti, che sono potenzialmente coinvolti nell’insorgenza della malattia:

Traumi di diverso tipo: qualsiasi urto o colpo accidentale può scatenare una reazione infiammatoria nelle persone predisposte alla psoriasi.
Alcol
Fumo
Stress
Scottature solari
Cambiamenti ormonali, specie nelle donne
Alcuni farmaci (ace inibitori, beta bloccanti, antinfiammatori, litio, antimalarici)
Banali infezioni (come, ad esempio, quelle da streptococco che colpiscono la gola)
Malattie che colpiscono il sistema immunitario (ad esempio l’Hiv).

Perchè lo stress?

La psoriasi è una malattia che risente in modo significativo dello stress sia fisico, che psichico. In particolare, è stato osservato che la psoriasi compare o tende ad aggravarsi, nelle persone predisposte o nelle quali la malattia era in uno stato di latenza, entro sei mesi dall’evento stressante (es. lutto o momenti particolarmente tristi della propria vita).

La psoriasi può comparire o peggiorare anche in seguito a traumi, interventi chirurgici ed in genere in tutte quelle situazioni in cui l’organismo è debilitato (infezioni, malattie, ma anche cattiva alimentazione, farmaci, abuso di fumo, o alcol ecc.).

Psoriasi cura: quale prodotto scegliere?

Sikelia Ceutical ha formulato una linea di prodotti Psorin, che grazie ai suoi ingredienti è in grado di lenire da sintomatologia della psoriasi, migliorandone le caratteristiche della pelle.

  • Psorin Valeriana: è un integratore alimentare consigliato per pelli psoriasiche, arricchito di Valeriana officinalis che aiuta a controllare la componente ansiogena nei periodi di stress e nei soggetti ansiosi. La cute alterata viene aiutata a ritrovare il suo naturale equilibrio e, al tempo stesso, l’organismo si rilassa.
  • Psorin Sculpfluid: è uno shampoo purificante delicato dalle proprietà cherato-esfoliante e dermo-riequilibranti, che aiuta a purificare la superficie del cuoio capelluto, donando un’immediata sensazione di comfrot e sollievo dai fastidi del prurito. Perfettamente adatto alle esigenze della cute.
  • Psorin Perle: è un integratore alimentare che limita la formazione delle placche psoriasiche, aiuta la pelle a riequilibrarsi, grazie all’apporto di sostanza utili alla struttura delle membrane biologiche, e supporta il benessere dell’intero organismo. A base di olio di pesce in EPA e DHA e vitamina E.
  • Psorin crema: è un’emulsione cutanea, indicata per aiutare la ripresa e il sollievo della pelle molto secca e desquamata. La sua formula è a base di ceramidi, lipidi fondamentali per favorire la funzionalità delle membrane cellulari e aiutare la pelle a ristrutturarsi e rinnovarsi con regolarità. L’alleato quotidiano per la pelle soggetta a psoriasi!

[1] Stimolo improvviso che determina l’innesco di un processo fisiologico o patologico.

CONSIGLIATI PER TE
BIBLIOGRAFIA

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le consulenze personalizzate dei nostri esperti e accedere alle promozioni esclusive

Grazie per esserti iscritto

Errore nell'iscrizione