was successfully added to your cart.

Carrello

Xerosi cutanea: cosa c’è dietro e come correre ai ripari!

Quando la pelle è soggetta alla xerosi cutanea, conoscere le varie cause e le principali soluzioni aiuta a strutturare una routine in grado di ripristinare la componente idrica cutanea, ridonando comfort e benessere alla pelle.

 

1. Cos'è la xerosi cutanea?

La xerosi cutanea non è altro che una variante patologica della pelle secca, che si manifesta con un’eccessiva disidratazione della pelle e, talvolta, associata anche ad un’intensa sensazione di prurito.

La xerosi cutanea non è una malattia contagiosa, né può evolvere in forme patologiche gravi; tuttavia, la xerosi potrebbe essere un segno clinico di alcune forme di dermatite (es. Dermatite atopica, Cheratosi, Ittiosi, Psoriasi), caratterizzate da desquamazione anomala, ispessimento (ipercheratosi) o irritazione della pelle.

2. Quali sono i sintomi della xerosi cutanea?

I segni tipici con cui si manifesta la xerosi cutanea sono screpolature, piccole crepe, sensazione di tensione e pelle ruvida, disturbi che nel lungo periodo possono sfociare in eccessiva desquamazione, fessurazioni e ragadi, accompagnate da irritazione, prurito e, nei casi più gravi, anche dolore.
La secchezza cutanea si può presentare su qualsiasi parte del corpo, anche se alcune aree, come gambe, mani e piedi, sono più colpite di altre e per lo più nei soggetti over 50.
Le squame rappresentano un accumulo di cellule cornee morte, allacciate alla superficie della cute e sono determinate dall’infiammazione locale che stimola un eccessivo turn-over cellulare; ciò provoca ulteriore secchezza della pelle e sensazione di tensione. Dunque, s’instaura un processo a catena che potrebbe favorire l’insorgere di allergie o irritazioni di altra natura.

3. Quali sono le cause della xerosi cutanea?

La xerosi cutanea è causata da un’alterazione dell’equilibrio fisiologico cutaneo, che comporta un’eccessiva aridità della pelle.

La vera e propria barriera che ci protegge dall’ambiente esterno è l’epidermide, costituita da diversi strati. Tra questi, lo strato corneo è il livello più superficiale ed è a sua volta costituito dai corneociti e dal film lipidico, una miscela di sostanze acquose e lipidiche che si forma grazie alla secrezione di sudore e sebo. Quando lo strato corneo è correttamente idratato, la pelle mantiene la funzionalità di barriera e quindi non è soggetta a disidratazione e conseguente irritazione.
Nonostante gli altri strati epidermici abbiano un elevato contenuto d’acqua, quello corneo ne è povero, quindi, affinché esso possa mantenere elasticità e plasticità e garantire la funzione di barriera cutanea, è fondamentale mantenere costante la sua idratazione. È questo lo scopo del fattore naturale di idratazione (NMF), una miscela di sostanze con funzione umettante.

La capacità della pelle di regolare la quantità di acqua negli strati superiori dipende, quindi, proprio dal fattore naturale di idratazione (NMF). Svariati fattori, possono alterare l’equilibrio fisiologico cutaneo ed indurre la pelle a perdere elasticità e resistenza, disturbi che sfociano in un’eccessiva secchezza cutanea, accompagnata da irritazione e prurito.

Ecco alcuni fattori, spesso contingenti, che causano l’alterazione dello stato fisiologico della pelle:

  • Invecchiamento: con l’avanzare dell’età, la concentrazione di lipidi nello strato corneo si riduce e questo causa un aumento della secchezza cutanea
  • Condizioni climatiche: la xerosi tende ad aumentare quando il clima è freddo e l’umidità è molto bassa, situazioni che si presentano in inverno o durante un’estate particolarmente calda
  • Cambiamenti ormonali
  • Predisposizione genetica
  • Patologie: Dermatite atopica, Psoriasi, Dermatite da contatto e Diabete comportano, come sintomo comune, la secchezza cutanea
  • Farmaci: Alcuni farmaci, causano disidratazione nel corpo e questo, a sua volta, può provocare la xerosi cutanea
  • Alimentazione: un’alimentazione priva di frutta e verdura, con uno scarso apporto di acqua, può avere un riflesso negativo sulla pelle
  • Abitudini igieniche: contatti eccessivi o troppo frequenti con l’acqua, oppure contatti brevi ma ripetuti, seguiti da frequenti asciugature, danneggiano la barriera naturale della pelle
  • Contatto con prodotti aggressivi: un contatto frequente con sostanze chimiche, solventi o prodotti irritanti e aggressivi compromettono la funzione barriera della pelle
  • Esposizione solare frequente: i raggi UV aumentano la percentuale di evaporazione dalla pelle che, a lungo termine, può causare un invecchiamento cutaneo precoce

4. Come trattare la xerosi cutanea?

Quando la pelle è soggetta a xerosi cutanea e manifesta un’eccessiva disidratazione, spesso associata ad un’intensa sensazione di prurito, ripristinare la componente idrica cutanea rappresenta il primo passo per ridonare comfort e benessere alla pelle in difficoltà. Sikelia Ceutical, attraverso le numerose ricerche condotte su materie prime delicate e appositamente studiate per la cura della pelle, ha realizzato dei prodotti specifici ed efficaci contro la secchezza e la xerosi cutanea, ben tollerati anche dalle pelli più delicate:

  • NOXER EMULSIONEè una crema anti prurito lenitiva, emolliente ed altamente idratante, adatta anche alle pelli più sensibili ed è efficace nel trattamento quotidiano della pelle secca tendente alla xerosi, grazie a sostanze naturali che aiutano a contrastare l’aridità cutanea e ad alleviare la sensazione di prurito e di “pelle che tira”. Il suo principale attivo è l’estratto di Cappero di Salina che, come confermato dalla ricerca scientifica, gode di uniche e rinomate proprietà lenitive e rappresenta così la soluzione più naturale per attenuare la sensazione di prurito. La sua azione lenitiva è supportata dall’efficacia decongestionante dell’acido 18-beta-glicirretico e da un pool di emollienti e nutrienti Oli vegetali che donano morbidezza ed elasticità ai tessuti cutanei alterati. Il prodotto contiene inoltre il 10% di Urea, concentrazione ideale per trattenere acqua nello strato corneo e supportare la rigenerazione cellulare, aiutando a levigare gli ispessimenti e le placche cutanee.
Scopri di più
  • NOXER COMPRESSEè un integratore alimentare a base di estratti vegetali utili a reintegrare le naturali difese immunitarie. Numerose dermatiti (da contatto, pruriginose, atopiche) possono avere una base di origine allergica ed essere causa di fastidiosi disagi a livello cutaneo, come ad esempio il prurito; dunque la sua assunzione è ideale come trattamento nutrizionale preventivo e di lunga durata. Contiene un complesso naturale a base di estratto di Cappero di Salina, pianta tipica del bacino del Mediterraneo. L’innovativo pool è poi arricchito dagli estratti antiossidanti di Olivo e radici di Ginseng, per la protezione dallo stress ossidativo, e dal Ribes Nero, per il benessere di naso e gola. L’efficacia della formulazione è rafforzata dalla Perilla, pianta che aiuta le naturali difese dell’organismo. Completano la formulazione del prodotto lo Zinco e la Vitamina C che contribuiscono a normalizzare l’equilibrio del sistema immunitario indebolito.
Scopri di più
  • EMULCEA CREMA 20è una crema che, grazie ai suoi ingredienti può essere utilizzata nel trattamento delle pelli xerotiche. Possiede un’elevata accettabilità e gradevolezza cosmetica, senza l’utilizzo di sostanze come siliconi, petrolati, paraffine e profumo. Nella sua formulazione è presente l’Idrossietil urea al 20%, una molecola innovativa in grado di trattenere grandi quantità d’acqua e di migliorare lo stato d’idratazione, anche in confronto all’urea standard. Infatti, diversi test effettuati dimostrano che l’effetto idratante dell’Idrossietil urea permane fino a una settimana dopo l’interruzione del trattamento. Emulcea contiene inoltre la Gomma di Carrubo, preziosissima per la nostra pelle, che determina sulla superficie cutanea un film idrolipidico che mantiene la pelle costantemente e intensamente idratata e protetta, risultando così più tonica e compatta.
Scopri di più

DETERGERE LA PELLE SECCA

È inoltre importante ricordare che, oltre al trattamento con creme e cosmetici idratanti, nutrienti ed emollienti, per facilitare il processo di guarigione e il ripristino dell’equilibrio fisiologico cutaneo, è molto importante scegliere con cura anche i prodotti per la detersione. Tali prodotti devono necessariamente essere delicati. Infatti, l’utilizzo di detergenti aggressivi contenenti saponi e sostanze irritanti, alterano la barriera protettiva della pelle, asportando una parte del film idrolipidico che, come visto precedentemente, è fondamentale per nutrire e proteggere la cute.
Nei casi più gravi di xerosi, accompagnati da screpolature, fessurazione e ragadi, potrebbe essere necessario l’intervento di un medico, in grado di indicare la terapia più idonea.

  • EMUNDA CREMA LAVANTEunica crema lavante a base di componenti naturali preziosissimi come la Terra Vulcanica, l’Acqua Marina e la Gomma di Tara che, oltre ad eliminare le impurità, nutre e idrata la pelle lasciandola luminosa. La sua formula garantisce una detersione delicata che la rende adatta a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili. Inoltre, può essere utilizzata sia come detergente quotidiano che come struccante. Non contiene sapone, PEG e paraffine nella sua formulazione.
Scopri di più
  • EMUNDA DETERGENTE CORPOdeterge e purifica delicatamente la pelle del corpo, preservandone le condizioni fisiologiche ottimali. È ideale per tutti i tipi di pelle, anche le più delicate come quelle di bambini e anziani. Contiene componenti naturali preziosissimi come la Terra Vulcanica, l’Acqua Marina ed è arricchito da Acido Ialuronico, Miele e Calendula, che insieme generano un mix di idratazione, pulizia e comfort. Non contiene sapone, PEG e glicoli nella sua formulazione.
Scopri di più

5. Sikelia Ceutical Tips

Oltre ad un’efficace e quotidiana cura della pelle con prodotti specifici ed una delicata detersione, ecco alcuni consigli utili per prevenire la comparsa della xerosi cutanea, o favorirne la guarigione:

  • Durante l’inverno, soprattutto nelle giornate più fredde, è bene trascorrere meno tempo all’aria aperta e, in ogni caso, è consigliabile utilizzare indumenti protettivi (guanti) durante l’intera stagione invernale;
  • Evitare ambienti eccessivamente secchi e, se necessario, utilizzare un umidificatore;
  • Durante la detersione, preferire l’acqua tiepida a quella calda;
  • Usare i guanti quando si lavano i piatti per evitare il contatto con l’acqua calda e i detergenti aggressivi;
  • È sconsigliato indossare indumenti con fibre sintetiche, in quanto irritano la pelle; preferire, invece, abiti in fibre naturali come il cotone e la seta;
  • Per il bucato, evitare detersivi eccessivamente ricchi di coloranti e profumi perché tali sostanze possono irritare la pelle.

Leave a Reply

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.